Macbeth

Melodramma in 4 parti di Giuseppe Verdi, libretto di Francesco Maria Piave (con interventi di Andrea Maffei) tratto dall'omonima tragedia (1606) di William Shakespeare. Composizione: settembre 1846 - marzo 1847.
1a rappresentazione: Firenze, Teatro della Pergola, 14-III-1847 (direttore G. Verdi). 2a versione riveduta con l'aggiunta di un balletto nella III parte e libretto rimaneggiato da F. M. Piave (traduzione francese di Charles-Louis-_tienne Nuitter e Alexandre Beaumont): Thèâtre Lyrique, 19-IV-1865 (direttore Alphonse Deloffre). La 2a versione comporta: la sostituzione dell'aria _Trionfal_ di Macbeth (atto II) con _La luce langue_; la revisione della Gran scena delle apparizioni (atto III); la sostituzione della cabaletta _Vada in fiamme_ di Macbeth (fine atto III) con il duetto _Ora di morte_ di Macbeth e Lady Macbeth; una nuova versione del coro _Patria oppressa_ (inizio atto IV); la sostituzione della Scena e morte (_Mal per me_, atto IV) di Macbeth con un Inno di vittoria.
Personaggi e interpreti (1847 e 1865): Duncano (mimo), Macbeth (baritono; Felice Varesi - Jean-Vital Ismael), Banquo (basso; Nicola Benedetti - Bilis Petit), Lady Macbeth (soprano; Marianna Barbieri-Nini - Rey-Balla), Dama di Lady Macbeth (mezzosoprano; Faustina Piombanti - Mairot), Macduff (tenore; Angelo Brunacci - Montjauze), Malcolm (tenore; Francesco Rossi - Huet), Medico (basso; Giuseppe Romanelli - Guyot), Sicario (basso; Giuseppe Bertini - Caillot), Fleanzio, domestico di Macbeth (basso), araldo (basso).
1a edizione: Milano, Ricordi, 1847 (spartito della 1a versione), 1865 (id., 2a versione), 1920 (partitura).
La scena _ in Scozia, nel Castello di Macbeth. Sul principio dell'atto IV _ al confine fra Scozia e Inghilterra. Parte I: in un bosco alcune streghe sono intente ai loro riti magici. Sopraggiungono Macbeth, sire di Glamis, e Banquo, generali del re di Scozia Duncano: le streghe salutano nel primo il sire di Cawdor e futuro re di Scozia, nel secondo un progenitore di monarchi, poi scompaiono. In quel mentre giungono alcuni messaggeri incaricati da Duncano di informare Macbeth della nomina a sire di Cawdor. Nel suo castello Lady Macbeth legge una missiva con cui il marito la mette al corrente delle profezie: queste ispirano alla donna delittuosi progetti. Giunto Macbeth, la moglie lo istiga a uccidere Duncano, del quale _ stato annunciato l'arrivo. _ notte: Macbeth entra nella stanza di Duncano e dopo molte esitazioni lo colpisce mortalmente. Ritorna poi, stravolto, dalla moglie, che gli strappa di mano il pugnale e lo riporta nella stanza del re perch_ la colpa ricada sulle guardie reali. La mattina seguente, la scoperta del regicidio getta lo scompiglio nel castello.
Parte II: accusato di parricidio, il figlio di Duncano, Malcolm, _ fuggito, avvalorando i sospetti. Macbeth racconta alla moglie delle parole profetiche rivolte dalle streghe a Banquo: i due decidono cos_ di assoldare sicari affinch_ uccidano anche quest'ultimo possibile rivale e il figlio di lui, Fleanzio. Mentre il nuovo re di Scozia e la consorte siedono con cavalieri e dame a una mensa riccamente imbandita, uno dei sicari avverte Macbeth che Banquo _ stato ucciso, ma Fleanzio _ riuscito a fuggire. Dopo questo annuncio il re crede di vedere seduto al posto destinato a Banquo lo spettro di questi, che restando muto lo guarda fisso negli occhi; questa visione terrorizza Macbeth: gli astanti comprendono che la Scozia _ ora governata da sovrani malvagi.
Parte III: in un'oscura caverna, dove le streghe stanno danzando una ridda infernale, giunge Macbeth a interrogarle sul futuro. Tre apparizioni si presentano al re di Scozia: la prima lo mette in guardia da Macduff, la seconda gli predice che nessuno che sia nato da donna potr_ contrastarlo e la terza gli assicura che egli sar_ invincibile fino al momento in cui la foresta di Birnam muover_ contro di lui. Non ancora soddisfatto, Macbeth chiede notizie sui discendenti di Banquo: compaiono allora dinanzi a lui otto re e lo stesso Banquo con uno specchio fra le mani; Macbeth cade a terra svenuto. Dopo aver raccontato l'accaduto alla moglie, Macbeth decide di sterminare le famiglie di Macduff e di Banquo.
Parte IV: sul confine fra Inghilterra e Scozia, nei pressi del bosco di Birnam, Macduff piange per i suoi familiari, di cui Macbeth ha fatto strage. Giunge Malcolm e ordina ai soldati inglesi di strappare i rami della foresta di Birnam per utilizzarli come scudo: il giorno della battaglia _ prossimo. Nel frattempo, presso il castello, Lady Macbeth si lamenta per la macchia di sangue che non riesce a far scomparire dalla sua mano; Macbeth, forte delle profezie, _ convinto che nessun uomo potr_ nuocergli. Pi_ tardi il medico e la dama di compagnia annunciano che Lady Macbeth _ morta, ma il re si mostra indifferente alla notizia ed esce per dare inizio alla battaglia contro gli inglesi. Alcuni soldati annunciano che la foresta di Birnam si sta muovendo. In singolar tenzone con Macbeth, Macduff rivela al re di esser nato dopo essere stato _strappato dal sen materno_, poi lo colpisce mortalmente. Malcolm inneggia alla vittoria e alla morte del tiranno; nel giubilo generale viene salutato in lui il nuovo re di Scozia.